Gli Scorta (30 Agosto 2016)

fullsizerender-16
Questo libro vuole essere l’affresco di un piccolo paese della Puglia del secolo scorso: sullo sfondo, il paese, la chiesa e le sue tradizioni, il mare – e in primo piano una famiglia, gli Scorta appunto, incarnati dal bastardo Rocco e dai suoi tre figli.

È un libro che cerca di ricreare le atmosfere tipiche del Sud (magistrale a questo proposito la scena del pranzo sul trabucco), anche se con qualche stereotipo più o meno appropriato. Se da un lato l’insistenza sull’importanza del racconto e sull’appartenenza ad una famiglia sono stati riconosciuti come caratteri essenziali della cultura del Sud Italia, dall’altro lato, ad esempio, la scena della tarantella ci ha fatto storcere un po’ il naso.

Grande dibattito intorno al registro usato dall’autore: se da un lato Gaudé è famoso proprio per il suo linguaggio aulico e poetico, dall’altro lato abbiamo sottolineato come l’ambientazione popolana del racconto (soprattutto nelle parti “recitate” in prima persona) avrebbe forse richiesto un registro più basso, e quindi più realistico. Allo stesso modo, alcune scene ritenute troppo romantiche e un po’ fuori luogo sembrano sottolineare la “provenienza parigina” dell’autore.

Altro aspetto importante che abbiamo sottolineato è stato il rischio preso da Gaudé nel voler condensare un secolo di storia familiare in un paio di centinaia di pagine: il racconto risulta affrettato nella seconda parte, e ci ritroviamo da un momento all’altro con i personaggi già vecchi. Ancor prima di aver digerito il viaggio a New York dei tre fratelli, emigranti come tanti all’inizio del Novecento, già ci ritroviamo alle porte del secolo successivo, con il contrabbando di sigarette e la tratta dei disperati dall’Albania.

In conclusione, ci è sembrato che l’autore abbia voluto mettere insieme tutti i tanti e variopinti racconti raccolti durante le sue estati pugliesi, sforzandosi di inserirli tutti in un intreccio complesso, che però risulta, alla fine, non uniforme e un po’ sconclusionato.

Voto SCL: 6.2/10

Annunci

commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: